Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Post on Theatre


Al Teatro Furio Camillo si raccontano “Storie di pane…siamo tutti della stessa pasta”

Pubblicato da postontheatre su 9 Gennaio 2012, 02:17am

Tags: #Recensioni

 

storie di pane locLo spettacolo scritto, diretto ed interpretato da Chiara Casarico e Emanuela Bolco sarà in scena dal 6 all’11 gennaio

di Luca Nigro

Il pane è un elemento fondamentale della cultura gastronomica italiana. Intorno a questo indispensabile alimento sono state create filastrocche e storielle che si tramandano di generazione in generazione, il cui ritmo cantilenante accompagna e talvolta misura e cadenza la preparazione stessa del pane. Alcuni dei ricordi più intimi sono spesso associati al pane, a volte ne hanno il profumo, altre il sapore, altre ancora semplicemente il calore. Il testo teatrale ideato, diretto ed interpretato da Chiara Casarico e Emanuela Bolco dell’Associazione culturale “ilNaufragarMèDolce”, “Storie di pane…siamo tutti della stessa pasta”, trasforma il palcoscenico in un vero e proprio forno.

L’atmosfera è genuina, casereccia e familiare, le due attrici accolgono gli spettatori mentre ammassano l’impasto invitando a prendere posto. In pochi istanti l’aria si fa più densa e l’odore del pane che cuoce nel forno inizia ad avvolgere la platea trasportando la fantasia del pubblico verso ricordi profondi, lontani nel tempo. Le due autrici narrano storie di panettieri, massaie, garzoni, gente comune che ama il pane e contemporaneamente ripercorrono la storia del pane, dagli albori ad oggi, osservando anche le tradizioni straniere. La bravura di entrambe nel ricreare accenti esteri regala una notevole verve comica all’intera pièce.stordi pane

Nel corso di questa pregevole rappresentazione teatrale non si può impedire alla mente di volare. Fin da subito viene da pensare ai propri cari, perché il pane è anche il simbolo della casa, della tavola intorno alla quale ci si riunisce sempre con piacere. Ed affiora con forza il ricordo di coloro che lavorano il pane, dei fornai e dei panettieri, che nonostante si sveglino quando il resto del mondo dorme ancora conservano sempre quella fresca serenità che sembra dettata da una saggezza misteriosa. Le storie, le canzoni e le filastrocche portate in scena dalle due bravissime attrici  fanno parte di una memoria collettiva incredibilmente diffusa che unisce ed accomuna persone totalmente differenti. La forza di questo spettacolo, inscenato magistralmente da Chiara Casarico e Emanuela Bolco, risiede nella semplicità propria del pane, di cui viene esaltata anche l’intrinseca capacità di appianare le divergenze, senza distinzioni tra Nord e Sud.

 

Commenta il post

Archivi blog

Post recenti