Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Post on Theatre


“Il Raccontaio” di Luca Rossi in scena al Teatro Trastevere dal 27 settembre al 2 ottobre

Pubblicato da postontheatre su 28 Settembre 2011, 00:26am

Tags: #Recensioni

raccontaio

di Luca Nigro

Il poliedrico artista campano mescola la poesia al teatro civile realizzando uno spettacolo innovativo ed originale. Il monologo di cui Luca Rossi è contemporaneamente autore ed interprete scorre via per un’ora coinvolgendo gli spettatori in maniera pressoché totale. Il pubblico, considerata la natura partecipativa dell’opera, è spesso chiamato ad intervenire nel ruolo del cooprotagonista. La platea del Teatro Trastevere fa da cornice a questo splendido esempio di teatro civile nel quale la poesia e la prosa si sposano al fine di trasmettere meglio le emozioni. Come nella vita infatti nell’opera dell’autore casertano le risate seguono momenti di profonda riflessione.

Le rime pervadono questa rappresentazione teatrale. Il talentuoso e giovane autore racconta le vicende di oggetti, animali, persone e alieni incontrati nel corso della sua esistenza attraverso le poesie, seguendo il solco della miglior tradizione partenopea. La verve del monologhista campano è quasi straripante, al punto che il pubblico partecipa attivamente e si entusiasma anche ascoltando la storia di un water dell’autogrill. I componimenti poetici di Rossi non sono mai banali ed affrontano molteplici temi, spaziando dall’attualità alla politica, dal semplice intrattenimento alla profonda denuncia sociale.

La creazione dell’attore, autore e percussionista casertano stupisce per il ritmo scorrevole e coinvolgente, trasmettendo sicuramente molto della personalità dell’ideatore. “Il Raccontaio” è uno spettacolo umile, sognante ed immaginifico come solo la poesia sa essere ed allo stesso tempo è diretto, visivo e passionale come il teatro. Quest’opera emana molteplici vibrazioni, nessuna uguale all’altra, come i suoni dei diversi tamburi suonati da Luca Rossi sul palcoscenico. Le parole e le rime acquistano maggior spessore quando vengono portate in scena e raggiungono nuove vette emotive quando sono accompagnate dalle sonorità degli strumenti a percussione della tradizione mediterranea.

Commenta il post

Archivi blog

Post recenti