Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Post on Theatre


Nel nome del padre in scena al Teatro Antigone dal 14 al 18 Marzo

Pubblicato da postontheatre su 17 Marzo 2012, 22:30pm

Tags: #Recensioni

 

locandina-nel-nome-del-padre-298x400.jpgdi Luca Nigro

Portare un cognome importante può essere una vera maledizione per alcune persone. Per coloro che hanno un carattere più introverso e si sentono meno votati alla mondanità, alle attenzioni continue della gente che li circonda può risultare intollerabile provenire da una stirpe famosa. Se alle psicosi personali si assommano le ambizioni spietate di alcuni genitori o la trascuratezza di altri il passo verso la completa follia è davvero breve. Nello spettacolo Nel nome del padre, scritto da Luigi Lunari e diretto da Stefano Mondini, si affronta questo spino argomento. Due persone, un uomo ed una donna, si ritrovano in uno scarno appartamento che simboleggia una sorta di limbo transitorio, in cui la coppia attraverso il confronto delle loro storie deve superare i conflitti interiori per raggiungere la pace.

I due personaggi in scena sono Aldo Togliatti, figlio del segretario del Partito Comunista Italiano (P.C.I.) interpretato da Stefano Persiani, e Rosemary Kennedy, figlia di Joseph Patrick Kennedy e sorella del presidente degli U.S.A. John Fitzgerald Kennedy portata sul palcoscenico con grazia da Maria Giordano. Entrambi hanno pagato a duro prezzo la forte personalità e le grandi ambizioni, seppur agli antipodi, degli illustri predecessori. Il peso di questi nomi e le scelte professionali e personali dei genitori hanno definitivamente oppresso le fragili personalità dei personaggi descritti, crollati sotto gli ingombranti nomi paterni.

Il confronto tra due culture completamente opposte è reso magistralmente dai due attori che, sotto l’attenta regia di Mondini, ridimensionano le figure dei loro padri, osannati ed ammirati dal pubblico ma temuti e quasi disprezzati all’interno delle mura domestiche. L’opera racconta in maniera asciutta, quasi crudele, le debolezze dell’animo umano attaccando contemporaneamente i comportamenti della famiglia e della società, la quale si lascia traviare facilmente da illusioni di infallibilità.

 

Commenta il post

Archivi blog

Post recenti